La meccanizzazione viticola

21 Agosto 2007 di Mezzapelle Vito


Condividi il post suShare on Facebook
Facebook
0Share on Google+
Google+
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Sample ImageNella realizzazione dell’impianto si devono avere bene chiare quali potranno essere le macchine ed attrezzature che si impiegheranno, per non essere costretti in futuro ad eseguire delle modifiche che potrebbero essere molto onerose o precludere la possibilità di impiegare alcune attrezzature.

Le varie macchine ed attrezzature per il vigneto, oggi disponibili sul mercato consentono di eseguire potatura invernale, concimazioni, lavorazioni del terreno, trincia pacciamatura, diserbo e trattamenti, spollonatura, legatura dei germogli, cimatura, sfogliatura, vendemmia. La scelta della forma  di allevamento risulta oggi particolarmente importante al fine di conciliare quattro fattori determinati che devono coesistere a che possono essere così sintetizzati:

a)      sfruttamento ottimale delle risorse naturali;

b)      produttività

c)      qualità desiderata

d)     contenimento dei costi

 

Proprio in considerazione di questi aspetti e di queste esigenze della viticoltura del prossimo futuro si può osservare come le forme di allevamento  del Cordone Speronato, della Cortina Semplice, oggi più propriamente detta Cordone libero e Doppia Cortina, rappresentano oggi i migliori risultati di uno sforzo di  razionalizzazione mirante a conciliare la resa produttiva, la qualità e il contenimento dei costi. Le vendemmiatrici operanti sul Cordone Speronato, sul Cordone Libero, sul Guyot e sul Casarsa sono macchine che effettuano la raccolta dell’uva per scuotimento orizzontale. Tra queste ci sono due differenti tipologie:

macchine ad aste scuotitrici libere e macchine ad aste scuotitrici frenate.

La qualità, in questo caso, è determinata da un corretto assetto delle viti sulle file e dalla corretta dinamica di crescita dei germogli uviferi insita nel tipo di potatura. Tuttavia con la vendemmia meccanica non manco gli aspetti negativi e sono tanti:

 

Tra i fattori positivi ricordiamo:

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Copyright di Dott. Enologo - Vito Mezzapelle Part. I.V.A. 02598710818