Determinazione dell’Acidità Volatile

6 Dicembre 2007 di Mezzapelle Vito


Condividi il post suShare on Facebook
Facebook
0Share on Google+
Google+
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Sample ImageL’acidimetro Juffmann è un apparecchio distillatore che funziona elettricamente: si opera con soli 5 ml di vino e si titola con soluzione di idrossido di sodio N/50…

Modo di operare:

–          attivare il refrigerante

–          innestare la corrente elettrica per riscaldare l’acqua contenuta nella caldaia

–          introdurre 5 ml di vino nel palloncino

–          quando bolle l’acqua nella caldaia scaldare il vino

–          quando il vino bolle collegare la caldaia con il palloncino contenente vino in modo che il vapore della caldaia investa il vino in ebollizione; per effettuare questa operazione si apre un rubinetto che sposta la direzione del vapore

–          distillare 40 ml di liquido e titolare

–          per determinare il tenore di acidità volatile si esegue il seguente calcolo:

g/l di acidità volatile =  a x 0,24

dove:

a = ml di soluzione di idrossido di sodio N/50 utilizzati nella titolazione

0,24 = una soluzione normale di acido acetico contiene 60 g di acido (essendo 60 il peso molecolare dell’acido acetico) e 1 ml della stessa soluzione contiene 0,06 g; questo valore deve essere moltiplicato per 200 in modo da riportare il valore al litro in quanto vengono analizzati solo 5 ml di vino (100 ml/5 ml = 200); per cui o,o6 x 200 = 12. essendo però la soda N/50 occorre dividere 12 per 50 e si ottiene 0,24.

Fonte: www.antichivigneti.eu


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Copyright di Dott. Enologo - Vito Mezzapelle Part. I.V.A. 02598710818