Vitigno: Pignatello

27 maggio 2007 di Mezzapelle Vito


Condividi il post suShare on Facebook
Facebook
0Share on Google+
Google+
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Il Pignatello viene chiSample Imageamato anche Perricone.  

Non abbiamo notizie certe sulla sua origine e diffusione, sappiamo soltanto che è stato molto in auge nel periodo pre-fillosserico di fine '800, preferito per la preparazione di vini rossi eleganti e profumati

Tra le uve a bacca rossa è da molto tempo conosciuto nella parte occidentale della Sicilia, viene coltivato con forma d'allevamento a piccola espansione con potatura corta o mista denotando una ottima vigoria e una produzione buona e costante.

Questo vitigno germoglia fra la seconda e la terza decade di marzo.

La maturazione dell'uva avviene verso la terza epoca. Si caratterizza per la foglia di grandezza media, pentagonale tondeggiante e per il grappolo conico-piramidale, ora alato, ora allungato, compatto con acini di forma sferica che presentano buccia di colore blu scura, talora nerastra, molto pruinosa spessa e coriacea; la polpa risulta carnosa di sapore dolce e semplice.

Fonte: www.antichivigneti.eu 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Copyright di Dott. Enologo - Vito Mezzapelle Part. I.V.A. 02598710818